Cause e trattamento di candidosi

11/apr/2014

La maggior parte delle donne vengono colpite, almeno una volta nella vita, dalla candidosi. Attualmente si tratta, purtroppo, di un disturbo molto comune, la più comune tra quelle vaginali.
La candida è un fungo che vive nell'intestino umano di ogni individuo ed è regolata da alti altri batteri della flora intestinale. Quando nel corpo si creano determinati squilibri, la presenza micotica può espandersi al punto da diventare infezione: la candidosi.

Quali sono le cause della candidosi?

  •  contraccettivi orali
  •  uso di steroidi,
  •  uso di farmaci per le ulcere,
  •  antibiotici somministrati frequentemente
  •  una dieta ricca di zuccheri,
  •  diabete e gravidanza.

Quali sono i sintomi della candidosi?

  •  fatica
  •  costipazione, diarrea, gonfiore, gas
  •  prurito, dolore e irritazione della vulva e della vagina
  •  mal di stomaco;
  •  perdita del desiderio sessuale;
  •  endometriosi o infertilità;
  •  cicli mestruali irregolari accompagnati da crampi
  •  sensazione di bruciore nella zona genitale
  • perdite vaginali inodori ma bianche e opache.


Una dieta corretta previene la candidosi!


La dieta è un fattore molto importante nel processo di cura della candidosi. Alcuni miglioramenti si osservano già durante le prime 2-4 settimane dopo l'inizio della dieta ma per risultati più concreti bisogna attendere mesi.

Rimedi

  • Fibre
  • Mescolare un cucchiaio di fibra solubile (contenenti psyllium, semi di lino, pectina) in 230 ml di acqua. Bere due volte al giorno a stomaco vuoto o prima dei pasti.
  • Yogurt
  • Contiene colture batteriche che possono aiutare a eliminare le infezioni da lieviti.
  • Aceto
  • Una piccola quantità di aceto mescolato con acqua può essere un ottimo rimedio per le infezioni vaginali minori. Mescolare due cucchiai di aceto bianco con un litro di acqua naturale e usarlo per la lavanda vaginale. Ripetere il trattamento due volte al giorno per due giorni. Risultati quasi immediati.
  • Achillea, calendula, equiseto, iperico, trifoglio rosso. Bere 2 tazze di infuso al giorno.

Cibi da evitare:

  •  zuccheri raffinati;
  •  frutta conservata - non mangiare frutta in scatola, surgelata e secca.
  •  lievito e prodotti contenenti lievito;
  •  alimenti con glutine: grano, orzo, segale, pasta;
  •  aceto e prodotti contenenti aceto: maionese, ketchup, salse prodotte industrialmente, senape, salsa di soia,
  •  sottaceti, olive verdi, funghi
  •  arachidi, burro di arachidi e pistacchi ;
  •  alcool, caffè, tè, succo di agrumi;
  •  formaggio;
  •  salumi, carne affumicata e salata.


Evitare lavande vaginali con prodotti per l'igiene profumati. Indossare biancheria intima di cotone evitando pantaloni molto stretti. In caso di sudore, cambiare al più presto sia biancheria intima che pantaloni.