Porta il fegato in vacanza: probabilmente ne ha bisogno

19/gen/2016

A gennaio ripartiamo alla grande con il ritmo quotidiano: le vacanze sono finite, il frigorifero è pieno di avanzi (se non li abbiamo già sterminati), lo champagne non c’è più. Ora è il momento di portare in vacanza il fegato (approfittando anche del dimagrimento, il quale verrà da sè!)

Dopo le abbuffate festive, è normale sentirsi un po’ giù, percepire più gonfiore, stanchezza, indigestione e affaticamento. Il cibo tipico è ricco di zuccheri e altri carboidrati, di grassi e di sostanze artificiali: una fonte ricca di tossine dannose per il fegato e per la salute in generale.

Cosa sono le tossine e perché si accumulano dopo le feste?

Le tossine sono tutto ciò che può potenzialmente danneggiare i tessuti del corpo. Possono provenire dall’interno o dall’esterno del corpo umano.

Tossine esogene

Provengono dall’esterno del corpo: si tratta del tipo di tossine che la maggior parte di noi immagina. Le tossine esogene entrano nel corpo con cibo, aria e acqua. Alcuni esempi di tossine esogene sono sostanze chimiche negli alimenti trasformati (se ne mangia un sacco durante il periodo festivo), inquinamenti atmosferici, bevande alcoliche, pesticidi e farmaci.

Tossine endogene

Provenienti dall’interno del corpo, le tossine endogene sono un sottoprodotto del metabolismo cellulare. Talvolta indicate come rifiuti metabolici, le tossine endogene comprendono acido lattico, urea, ammoniaca, lieviti e batteri.

Dopo le festività a dicembre, il nostro fegato è fortemente ostruito da tossine esogene. I cibi peggiori che “massacrano” il fegato sono ricchi di grassi trans, zucchero (anche fruttosio), carboidrati semplici. Queste sostanze sono prevalentemente presenti nel cibo preconfezionato, negli insaccati, dolci, pizze, patatine fritte e nel fast food in generale.

Porta il fegato in vacanza

Il fegato, la bile, l’apparato digestivo e urinario, il sistema sanguigno e linfatico lavorano insieme per assicurare che le tossine si eliminino dal corpo. Ognuno di questi organi è cruciale per la sopravvivenza, ma il fegato tende ad assumere la maggior parte nella disintossicazione del corpo. E’ l’organo principalmente responsabile per la pulizia del sangue. Ciò vuol dire che con le quantità elevate di tossine, il fegato è assolutamente sovraccarico e non può svolgere le proprie funzioni.


Se il nostro fegato non funziona come dovrebbe, avvertiamo i seguenti sintomi:

  • malessere generale, stanchezza e mancanza di energia,
  • digestione lenta, nausea e vomito occasionale,
  • problemi con la pelle, prurito e scolorimento della pelle (carnagione giallastra)
  • dolori addominali (sotto all'arco costale destro) e
  • l'accumulo di grasso intorno al giro vita

30 DAYS Liver Detox per un UN FEGATO FELICE

30 DAYS Liver Detox>e; un programma completo per la depurazione efficace del fegato.

In soli 30 giorni riesce a ridurre i sintomi del fegato grasso e del fegato sovraccarico di tossine.

Include 3 prodotti per offrire al fegato il supporto necessario giorno e notte:

  • Morning purification (mirabolano chebulico, pepe nero e cardo mariano),
  • Day support (carciofo, curcuma e pepe nero),
  • Night care (rosmarino, cicoria e pepe nero).