Perché mantenere il peso desiderato è così difficile

Non dimenticarti: consegna GRATIS sopra 50€ di spesa!

Perché mantenere il peso desiderato è così difficile

13/mag/2016

Agli esperti è da tempo evidente che mantenere il peso corporeo desiderato richiede un approccio completamente diverso rispetto alla perdita di peso. Dopo il periodo di dimagrimento, il nostro corpo desidera in ogni modo ricuperare lo stato di "abbondanza".

L'articolo del 2 maggio nella rivista Obesity (Obesità), rilasciato dai ricercatori del National Institute of Health, ha causato parecchia delusione e sconforto. I ricercatori hanno seguito per 6 anni i 16 concorrenti del reality show The Biggest Loser. Si tratta di persone, che hanno dovuto seguire una dieta rigorosa e un programma di allenamento intenso, e in pochi mesi si sono sviluppati da individui obesi con una bassa autostima in atleti con corpi da superstar.

Il corpo si abitua a consumare meno calorie

Il vincitore dello show è stato Danny Cahill, che in soli sette mesi ha perso 108 chili! È sceso da 195 chili a incredibili 87. Ma cosa è successo, quando lo show si è concluso e le TV spente? Dopo meno di 5 anni, Danny ha riguadagnato più della metà del suo peso, seanche se ha continuato con una dieta equilibrata ed un esercizio fisico regolare. La maggior parte degli altri concorrenti ha guadagnato il loro peso al vecchio peso.

Secondo gli esperti, il motivo principale per ri-guadagnare di peso è il rallentamento del metabolismo basale dopo la drammatica perdita di chili - un fenomeno chiamato l'adattamento metabolico. Il metabolismo basale è la quantità di energia (calorie) necessaria per il mantenimento delle funzioni vitali durante il riposo (varie funzioni corporee come la respirazione, la circolazione del sangue, il mantenendo della temperatura corporea, la digestione, la rigenerazione, la creazione di nuove cellule, il pensare, ...).

In pratica, questo significa che il corpo dei concorrenti di The Biggest Loser si è abituato a spendere 500 calorie al giorno meno, rispetto a quelle prima di iniziare la dieta. Vuol dire, quasi tutto un pasto di calorie.

Si rallenta il matabolismo + l'ormone che controlla la fame diventa meno attivo

Il problema con le persone che vogliono mantenere peso, guadagnato con i grandi sforzi, è anche la fame costante. La causa si nasconde dietro l'ormone leptina, che controlla il senso di fame, che diminuisce la propria attività. E come già detto, il corpo con un metabolismo lento e una maggiore sensazione di fame cerca di riguadagnare il perduto (cioè il stoccaggio di grasso).

La restrizione calorica e l'esercizio fisico non sono sufficienti

"La difficoltà di mantenere il peso è principalmente nel nostro design biologico, piuttosto che una patologica mancanza di volontà," descrive i risultati dell'articolo Dr. Michael Rosenbaum, ricercatore alla Columbia University. Pertanto, i ricercatori sono alla ricerca di nuovi modi per influenzare in modo sicuro ed efficace il nostro corpo, per sostenerci nel mantenere un peso corporeo sano.

Come posso accelerare il metabolismo?

Per il mantenimento del peso è quindi decisiva l'accelerazione (basale) del nostro metabolismo. Possiamo accelerare il metabolismo basale in diversi modi:

  • con il consumo regolare di cibo, prestando attenzione all'apporto calorico (mangiate cinque pasti al giorno, ma essi devono essere sani ed equilibrati)
  • aumentando la massa muscolare, dunque con l'attività sportiva, che è responsabile di un metabolismo più veloce, anche dopo la fine dell'esercizio,
  • con alcuni degli ingredienti attivi naturali, che sono noti per influenzare il rapido metabolismo biochimico.

Se già vi prendete cura della vostra dieta ed esercizio fisico, ma i chili resistono costantemente, ha senso di testare la qualità e la sicurezza dei prodotti, che vi aiutano a mantenere il peso. Gli ingredienti naturali più efficaci sul mercato in questo momento si trovano nei prodotti Slimcut WEIGHT MANAGEMENT. Si tratta di una miscela di estratti di frutta e verdura, che sinergicamente accelerano la digestione e il metabolismo di grassi.