Il mito del dimagrimento estivo

17/lug/2014

Molti credono che una volta superata la prova bikini, non siamo più in pericolo d’ingrassare. È perché ci credono? Perché dicono che d’estate si mangiano cibi più leggeri, si bruciano più calorie e si beve più acqua.

Beh, come sicuramente avrete potuto notare, non è proprio così. D’estate la situazione con il peso corporeo non cambia da se. In molti casi succede l’opposto: ci ritroviamo a contare i chili in più alla fine dell’estate e non riusciamo a capire da dove sono arrivati. Vi proponiamo di riflettere un pochino sui fattori che vi presenteremo in questo articolo.

Il sonno dimagrisce, le notti a far festa no

D’estate si dorme meno, per questo motivo il corpo non si riposa abbastanza e siamo (se lo sappiamo o no) più sotto stress, e lo stress ingrassa. Oltre a questo, non dormire abbastanza causa il rallentamento del metabolismo. Il metabolismo lento, invece, favorisce l’immagazzinamento del grasso in zone problematiche come le cosce, l’addome e i glutei. Inoltre la deprivazione del sonno estiva e spesso accompagnata da bevande alcoliche, che sono un altro nemico del dimagrimento.

Consiglio:

Non c’è niente di male a far tardi ogni tanto, ma se questo diventa uno stile di vita per tutta la stagione, dovrete pagare con la salute, pensateci sopra se ne vale la pena.

La temperatura estiva non scoglie i grassi

Al contrario di quanto alcuni pensano, le alte temperature estive non bruciano i grassi, ma hanno un altro effetto che non favorisce per niente il dimagrimento: la “pigrizia”. Quando le temperature si alzano facciamo più pisolini durante il giorno… specialmente dopo qualche abbuffata estiva. È vero che quando ci sono 30 o più gradi e molto difficile e anche pericoloso andare a correre o lavorare all’aperto, ma questo non vuol dire che bisogna aumentare la quantità totale del sonno. Se ci concediamo pisolini di giorno, dovremo alzarci più presto. 

Consiglio:

Se fate pisolini di giorno, non fateli dopo mangiato. Alzatevi presto e andate a dormire prima, in questo modo non avrete la necessita di riposare durante il giorno. Fate dell’attività fisica o lavoro in quelle prime ore del giorno quando la temperatura non è ancora così alta. 

I liquidi non ingrassano

Purtroppo non è vero. Pensiamo che una bevanda fresca sotto il sole estivo non ci faccia ingrassare? E abbiamo torto. Le bevande possono essere un fattore negativo ancora più insidioso del cibo perché ci privano della sensazione reale della quantità di zucchero assunto. Le bevande gasate, zuccherate contengono moltissimo zucchero e altre sostanze che nuocciono alla nostra salute. Anche l’alcol è un grande nemico del bel aspetto anche se può non contenere zucchero. L’alcol si trasforma in zucchero dentro il corpo. Uno degli effetti negativi dell’alcol è anche che causa voglia di cibo pesante – il giorno stesso ma anche la mattina dopo.

Consiglio:

Per rinfrescate estive usate bevande non zuccherate, per esempio limonata o tè verde senza zucchero. Bevete la rifrescata estiva lentamente e non esagerate con la quantita di liquidi in poco tempo - a volte si confonde la necessita di raffreddare il corpo con la sete. Evitate eccessive quantità di alcol e se possibile bevete anche dell’acqua quando bevete alcol per prevenire disidratazione.

Il Metabolismo si fa un pisolino estivo

Alcuni dei fattori menzionati di sopra, e altri, fanno si che il metabolismo si rallenti. Bere alcool, dormire durante il giorno, mangiare di notte – specialmente dopo aver bevuto alcool – deprivare il corpo di sonno, fare poca attività fisica … tutti questi fattori contribuiscono al rallentamento del metabolismo. E un metabolismo lento vuol dire meno efficacia nel consumo di calorie e più accumulazione del grasso nelle zone problematiche.

Consiglio:

Se d’estate non riuscite ad adattare lo stile di vita in modo da non guadagnare peso, potete assumere l’integratore alimentare Metabolism Boost che vi aiuterà ad accelerare il metabolismo o mantenerlo alla stessa velocità.

Nutrite il buon umore

Per molti mangiare è un tipo di sfogo, perciò non mangiano quanto e quello che soddisfa i bisogni del corpo, ma al contrario, si abbuffano, mangiano molto pesante e in modo non salutare. Questo succede quando il cibo diventa una forma di consolazione per l’insoddisfazione, e perciò si mangia più per la psiche che per il corpo. Cosa fare? Il rimedio più diretto ed efficace sarebbe alzare il livello di serotonina – l’ormone del buon umore.

Consiglio:

Ridete il più possibile (anche quando non siete di buon umore – ridendo lo diventerete), fate camminate, mangiate cibo che favorisce il rilascio di serotonina nel corpo (pepe di cayenna, banane, frutti esotici,…) e usate l’estratto della pianta Garcinia Cambogia, Garcinia Slim, che aiuta ad alzare il livello di serotonina nel corpo.