Spedizione gratuita sopra i 50€

La dieta del Supermetabolismo: 10 chili in 28 giorni

20/feb/2015

Ha scosso i lettori su internet: la dieta del supermetabolismo. Una dieta per chi ama mangiare e non vuole rinunciarci. Per chi ha già provato un sacco di diete, ma non ha ottenuto ciò che voleva. Haylie Pomroy ne parla nel suo nuovo libro. Vuoi finalmente cominciare a perdere peso in modo sano? Allora continua a leggere!

Le regole sono semplici: bisogna rispettare le fasi e la filosofia. Si divide in 3 fasi, per una durata di 4 settimane. In più, si scopre il piacere di mangiare – assolutamente da non sottovalutare!

Bisogna sbarazzarsi dei sensi di colpa

Quando cediamo alle tentazioni e ci abbuffiamo, ci confrontiamo con il senso di colpa. Ma non dovrebbe funzionare così – anche quando pecchiamo dovremmo gustare al massimo ciò che mangiamo, anche se si tratta di tante calorie e tanto zucchero.

Inganniamo il metabolismo

L'obiettivo principale è di ravvivare il metabolismo. Facciamo finta che si tratta di un muscolo: per rafforzarlo bisogna allenarlo. Bisogna dargli i nutrienti vitali che il corpo spesso non assume con le diete restrittive.

È molto importante sapere che bisogna assolutamente usare alimenti di provenienza biologica, poiché le sostanze artificali interferiscono negativamente con il metabolismo. Perciò consigliamo caldamente di usare inegratori completamente naturali, come quelli in Metabolism Push, con le bacche di Acai e caffè verde, privi di nitriti e nitrati.

Per ottenere dei risultati, bisogna prendersi cura del fegato

Il fegato è responsabile per la salute di tutto il corpo e influisce molto sul nostro benessere e anche sul peso corporeo – soprattutto attraverso l'equilibrio elettrolitico, infiammazioni e ritenzione idrica. Inoltre, si prende cura della trasformazione delle proteine, grassi e carboidrati.

Più proteine, meno grassi

Nella prima fase bisogna concentrarsi sulle proteine e limitare l'apporto di grassi. È consigliabile l'avena, la quinoia e altri carboidrati complessi. È molto importante anche l'attività fisica.

Più cibi alcalinizzanti

Mantenere il pH alcalino è la base di tutto. Ci aiuta la verdura altamente proteica e povera di carboidrati e grassi. Altri alimenti altamente proteici favoriscono al pH alcalino: sogliola, carne bianca, merluzzo o palombo.

Mangiare ogni 3-4 ore

Si tratta di un totale di 5 pasti al giorno, tenendo conto anche dell'idratazione (almeno 30 ml di acqua per ogni chilo di peso corporeo).

Un valido aiuto per nutrire il corpo

Vuoi veramente dare una spinta al tuo metabolismo? Metabolism Push contiene gli estratti naturali delle bacche di Acai e del caffè verde – tutti e due con proprietà benefiche per il metabolismo corporeo. Si consiglia di assumere 2 capsule di Acai e 1 capsula di Green Coffee al giorno per dei risultati eccellenti.

 I cibi sconsigliati nella prima fase

  • farina bianca,
  • mais,
  • latticini,
  • zucchero raffinato,
  • alcool.

I cibi sconsigliati nella seconda fase

  • gli stessi della prima fase,
  • grassi,anche quelli salutari, come avocado, olive ecc.

I cibi sconsigliati nella terza fase

  • gli stessi della prima fase,
  • carboidrati semplici,
  • semi, noci e frutta secca di tutti i tipi