Spedizione gratuita sopra i 50€

Donne e cistite

10/lug/2014

L’infiammazione della vescica è un disturbo che colpisce le donne più frequentemente degli uomini, ma nemmeno loro sono immuni. 

L’estate è il periodo specialmente problematico perché le alte temperature vengono accompagnate da venticelli apparentemente innocui che però possono diventare pericolosi specialmente per chi è più suscettibile e se porta abbigliamenti bagnati. Ma questo non vuol dire che di inverno i probblemi con la vescica infiammata scompaiono -  alcune persone, per esempio, possono avere gravi problemi con la vescica se camminano scalzi su una superfice fredda.

L’infiammazione della vescica è un’infiammazione batterica

Sono specialmente soggette le donne giovani, in gravidanza, in menopausa e donne con una vita sessuale attiva (specialmente se più suscettibili).
Nella maggior parte dei casi l’infiammazione della vescica è conseguenza dell’infezione con il batterio Escherichia coli. Quest’infezione è alquanto sgradevole perché forza la persona ad andare al gabinetto molto frequentemente e l’urinazione è accompagnata sensazioni di bruciore, dolore nella parte bassa del bacino e febbre.

Come si cura l’infiammazione della vescica?

Nella maggior parte dei casi di gravi infiammazioni delle vie urinarie il dottore prescrive antibiotici. Al giorno d’oggi ormai si sa che gli antibiotici vano evitati se possibile. Oltre a questo gli antibiotici sono sempre meno efficaci perché i batteri sviluppano la resistenza ad essi.

Ci sono delle alternative naturali per curare l’infiammazione della vescica?

È riconosciuto che il D-mannosio è efficace nell’alleviamento dei problemi con le infezioni urinarie e riduce anche la possibilità di future ricadute. Il D-mannosio si può trovare per esempio nel succo di melagrana e anche nel prodotto Urifar della Sensilab. Urifar agisce in modo semplice ed’efficace: il D-mannosio lega a se il batterio Escherichia coli che poi viene espulso dal corpo con l'urina.