Alimenti anti menopausa

11/lug/2014

La menopausa è un periodo specifico nella vita delle donne e non una malattia come erroneamente a volte viene definita o capita. Ogni donna vive la propria menopausa in un modo un po’ diverso; alcune sentono effetti molto forti, altre appena notano dei cambiamenti. 

La menopausa coincide con la fine delle mestruazioni e spesso provoca molti cambiamenti che coinvolgono non solo la sfera fisica, ma anche quella psichica, sociale e affettiva. Tutti questi avvenimenti, che precedono e accompagnano la menopausa, vengono spesso uniti sotto il termine climaterio. La menopausa, infatti, non insorge tutta ad un tratto, ma si presenta in maniera graduale lungo un arco di tempo abbastanza lungo che può durare tra i cinque e i dieci anni.

E quali sono i sintomi più frequenti?

I sintomi della menopausa sono una conseguenza del cambiamento dei livelli degli ormoni feminili estrogene progesterone. Si possono verificare:

  • mestruazioni irregolari e in seguito la loro scomparsa
  • vampate di calore
  • sudorazione intensa e tremori dopo le vampate
  • stanchezza
  • secchezza vaginale
  • calo della libido
  • senso d'ansia e sbalzi d'umore
  • accumulo di chili
  • insonnia
  • ritenzione idrica
  • peggioramento dell'attività mnemonica
  • mal di testa

Si deve però precisare che i sintomi e la lorointensità sono sicuramente molto legati allo stile di vita, alimentazione, ecc., Statistiche, infatti, mostrano che in paesi dell’asia come il Giappone (probabilmente grazie ad un’alimentazione ricca di soia e di fitoestrogeni) i cicli mestruali delle donne sono più lunghi e i sintomi legati alla menopausa sono meno intensi. Ad esempio: solo il 15 % delle donne giapponesi sente vampate di calore, mentre in occidente questo numero raggiunge dai 50 – 80%.

Come si possono alleviare i sintomi negativi?

I sintomi della menopausa, specialmente se negativi, si possono alleviare – in maggior modo modificando l’alimentazione.
Si sconsigliano alimenti che rimuovono il calcio dal corpo (come le proteine animali) e che alzano il colesterolo nel sangue:

  • formaggi
  • latte
  • altri alimenti lattici
  • tutte le proteine animali
  • caffè e alcol

In generale è consigliata un’alimentazione mediterranea (rimuovendo proteine animali) perché consente di assumere moltissime vitamine e i sali minerali.
Si consiglia di introdurre nell’alimentazione il più possibile verdure e legumi, specialmente quelle/i elencati sotto.

Frutta fresca di stagione:

  • agrumi
  • banane
  • uva
  • mele
  • pere
  • cacchi

Verdure:

  • carciofi
  • cavoli
  • broccoli 
  • cavoli cappuccio 
  • verze
  • cavolfiori 
  • rape e cime di rape 
  • cavolini di Bruxelles
  • spinaci
  • carote (anche la parte verde)

Cereali integrali

I cereali integrali sono una fonte di fibre, sali minerali e vitamine. Soprattutto contengono proteine salutari (a differenza di quelle animali) e fitoestrogeni, molto importanti per combattere i sintomi della menopausa.

Consigliamo:

  • noci (avrie)
  • mandorle
  • semi (soprattutto quelli di lino e girasole).

È importante sapere che le noci e i semi contengono moltissime calorie e grassi, perciò non ci dobbiamo far ingannare dalla loro dimensione e dobbiamo consumarli molto moderatamente.

Legumi:

  • piselli e fave
  • fagioli
  • soia 
  • ceci 
  • lenticchie
  • orzo

I fitoestrogeni naturali agiscono sugli ormoni e svolgono un effetto protettivo, simile a quello degli ormoni estrogeni e aiutano a prevenire o indebolire i disturbi più frequenti della menopausa come per esempio la secchezza vaginale o le vampate di calore, perciò si consiglia di consumare da soli o preparare cibi con tofu, latte di soia, crema di soia ecc. (naturalmente, meno che gli alimenti saranno processati, più sostanze positive il vostro corpo ne ricaverà).

Ecco un esempio di menu anti sintomi di menopausa:

  • Colazione: latte alla soia, cereali integrali, pera
  • Pranzo: verdura mista e tofu affumicato alla piastra con riso + insalata verde
  • Cena: insalata con broccoli cotti, un po’ di aglio e olio extra vergine (cercare di sostituire il sale con altre spezie)