Cura i sintomi premestruali con il magnesio!

14/ott/2015

Non è una vera e propria malattia e per questo viene spesso sottovalutata dai ginecologi, eppure ne soffre il 60% delle donne che, una settimana-dieci giorni prima del ciclo mestruale, comincia ad accusare una serie di sintomi davvero fastidiosi: è la sindrome premestruale.

Il magnesio, simbolo chimico Mg, è un minerale molto importante per il nostro organismo e il suo funzionamento. Infatti, esso è responsabile di oltre 300 funzioni vitali. Nel nostro corpo di trovano tra i 20 e i 35 g di magnesio, di cui più della metà è localizzato nelle ossa. 

Pare che la sua presenza negli alimenti sia piuttosto diffusa, soprattutto nei vegetali, ed in condizioni fisiologiche non se ne conoscono carenze alimentari; il deficit di magnesio si manifesta con un'alterazione del metabolismo del calcio, del sodio e del potassio, che sfocia in debolezza muscolare, alterata funzionalità cardiaca e crisi tetaniche.

La sua integrazione può ridurre i sintomi legati alla sindrome premestruale ed in particolar modo l'indolenzimento associato al gonfiore mammario.

La sindrome premestruale colpisce una grande popolazione femminile italiana in età fertile: si tratta di un insieme di sintomi fisici e psicologici che si manifestano in modo sistematico nella seconda parte del ciclo mestruale.


Assumere la quantità giusta di magnesio ogni giorno è importante soprattutto per le donne nel periodo premestruale, aiuta a contrastare quei fastidiosi sintomi fisici e psichici tipici di questa fase!

Clicca qui  per acquistare il Magnesio >>

I sintomi principali sono:

  • gonfiore al seno e seno dolente,
  • aumento di peso dovuto a ritenzione idrica,
  • gonfiore addominale ed agli arti,
  • dolori muscolari,

Si parla di sindrome proprio perché caratterizzata da una varietà di sintomi e manifestazioni, oltre a quelli fisici sopra elencati sono da considerare anche tutte le ripercussioni comportamentali e psicologiche che possono manifestarsi in quei giorni come:

  • cambi di umore repentini,
  • ansia,
  • insonnia,
  • irritabilità ed aggressività,
  • stanchezza,
  • attacchi di fame anche incontrollabili con voglia di alimenti dolci.

Il più conosciuto fra i fattori scatenanti è la carenza di magnesio, responsabile del mal di testa, dei crampi muscolari e dei dolori all’utero; questa carenza sembra sia dovuta ad un incremento della produzione di ormoni, come l’aldosterone, che regolano il bilancio dei sali minerali nel nostro corpo.

Il magnesio è estremamente utile nel trattamento della sindrome premestruale e in generale viene consigliato proprio a partire dai 10 giorni precedenti il ciclo. In particolare questo minerale svolge una efficace azione detensiva sulla muscolatura dell'utero migliorando lo spasmo. Inoltre il magnesio è utilissimo anche sull'irritabilità tipica del periodo premestruale.

Clicca qui  per acquistare il Magnesio >>